Pages Navigation Menu

La prima cosa per educare un bambino è educare se stessi

Ci fermiamo per una riflessione…

Ci fermiamo per una riflessione…

Questa vuole essere una lettera aperta sul nostro blog, una riflessione insieme su questo momento apparentemente “fermo” dei nostri articoli e meno ricco di immagini suggestive.

Sono stati mesi intensi e tante sono state le riflessioni e le riunioni per capire un po’ ora, dopo alcuni anni di viaggio, dove siamo e soprattutto dove siamo diretti, dove va il nostro sguardo nell’educare, nell’osservare, nell’educarci…

Piano piano, in modo naturale ma direi obbligatorio, il nostro modo di vivere quotidiano si è aperto al fuori in maniera sempre più spontanea e meno artificiosa. Magari a volte ci stiamo meno, magari non usciamo più tutti i giorni, ma il dentro e fuori sono diventati un normale fluire nel ritmo della settimana.

068Abbiamo dedicato più tempo a laboratori creativi e di scoperta dei materiali in cui i piccoli potessero incontrare nuovi stimoli e vederli stupirsi e sperimentare è sempre bellissimo, mentre i grandi sanno ormai creare con una autonomia e competenza invidiabile; crescendo si sono appassionati insieme a noi alla lavagna luminosa e ai bellissimi libri su cui abbiamo investito negli ultimi due anni, arricchendo la nostra biblioteca di immagini preziose, di racconti più poetici, di storie senza parole ma piene di suggestioni.

Ci siamo forse un po’ persi nell’ imparare a gestire tutte queste novità cercando davvero quotidianamente di  esserci e di lasciarci portare, di non fare resistenza a ciò che era in divenire, a lasciarci trasformare da questo “lavorare” a porte aperte permettendo ai bimbi di seguire i loro bisogni e desideri pur rimanendo noi adulti responsabili e attenti.

114

Non è stato un passaggio sempre facile e ha richiesto molta cura, molto confronto e scambio, una riflessione sui nostri obbiettivi e voglio condividerne con voi alcuni:

– creare  un ambiente che ci riporti a un contatto naturale col mondo;

– creare   una comunità famigliare in cui muoversi;

– crediamo nel percorso e non in un punto di arrivo;

– desideriamo proporre arricchimenti alla esperienza di ogni singolo e non insegnamenti;

– crediamo che sia indispensabile che ognuno occupi il proprio posto, il proprio spazio con serenità;

106e infine a scrivere la nostra Vision che rimarrà nello spazio iniziale del blog a ricordarci dove stiamo andando, che stella inseguire!

 

Questo blog è nato alcuni anni fa per raccontare cosa facciamo attraverso poche parole e molte foto, a creare confronti e scambi con persone che spesso non ci conoscono ma con cui allacciare legami, a sollevare dubbi su questioni per noi importanti a volte semplicemente per lasciare una traccia.

Ormai su molti temi abbiamo scritto e non sapremmo cosa dire di nuovo su attività che facciamo da tempo, mi sembra invece interessante interrogarci e riportarvi i cambiamenti che stiamo vivendo, man mano che li comprendiamo e troviamo il tempo per fermarci a scrivere.

131Ultimamente siamo molto impegnati a viverli!!

A presto

Pamela

 

Leave a Comment