Pages Navigation Menu

La prima cosa per educare un bambino è educare se stessi

Gli Alberi, seconda parte.

Gli Alberi, seconda parte.

 

Se un gruppo di bimbi con la dada Marta creava meravigliosi Alberi dell’Autunno,  come testimonianza del vissuto della gita all’Oasi dei Saperi di qualche settimana fa, gli altri bimbi della Materna creavano un libricino sensoriale.

 

Dalla creatività e dalle competenze di ciascun bimbo ha preso forma un libro che non ha bisogno di parola alcuna.

 

Siamo partiti dalla terra, dalla nostra terra che unita all’acqua ci ha permesso di dipingere, di disegnare, di colorare su fogli di cartoncino bianco che ognuno aveva per sé.

Foto libro

Concentrati, attenti, meticolosi e laboriosi.

Chi con il pennello, chi con la spugna, chi con le dita o con una piuma… ha dato via libera al proprio estro.

Non è la prima volta che dipingiamo con il fango, che lo usiamo per colorare,  per lavorare… ma ogni volta regala un’emozione speciale e diversa.

Una volta asciugato il foglio abbiamo deciso di lasciar traccia materica, fisica, incollando foglie grandi e piccole, fiori, fili d’erba che avevamo precedentemente raccolto nel nostro giardino.

Così ogni bimbo ha creato le propria pagina, con il proprio stile, la propria fantasia e la propria creatività .

Volevamo in questo modo riportare la semplicità delle piccole cose con la bellezza del nostro giardino, con il suo valore e con le sue mille possibilità.

Mi hanno molto colpito l’attenzione e la cura che tutti hanno avuto in questo piccolo progetto.

 

In tutte le fasi di questo laboratorio ci hanno accompagnato diversi albi , “Aspettami” e “Nell’Erba” di Komako Sakay per la casa editrice Babalibri, “Concerto per Alberi” di Laëtitia Devernay e “Chiedimi cosa mi piace” di Suzy Lee per Terre di mezzo Editore e i racconti, i ricordi, le suggestioni della gita trascorsa.

Il tutto è stato divertente, ricco di significati e di parole che hanno coinvolto anche chi in quella gita non è potuto venire.

Si è dato così inizio ad una serie di laboratori in cui l’Albero, proprio lui indiscusso protagonista dell’Autunno, con i suoi colori, i suoi frutti, i suoi profumi e i suoi cambiamenti ci ha  fatto giocare, ballare, creare, costruire, inventare, riflettere ed emozionare.

 

E l’avventura non termina qui… Parco dell’Alboreto arriviamo!

Ultima fotoVi inoltriamo anche una bella iniziativa per visitare l’Oasi dei Saperi. In occasione della festa degli alberi, domenica 27 novembre c’è un evento da loro organizzato…

link https://www.facebook.com/OasiDeiSaperiodv/?fref=ts

“In Autunno non sono solo le foglie a cambiare, qualcosa nell’aria porta alla luce i veri colori di ciascuno”.

Cit.

Dada Roberta

Leave a Comment