Pages Navigation Menu

La prima cosa per educare un bambino è educare se stessi

Libertà… di esprimersi e di scegliere

Libertà… di esprimersi e di scegliere

Ormai sei anni fa nasceva il nostro nido blu e a fine estate le dade e i dadi dell’Atelier dei Piccoli, insieme alla pedagogista, si riunivano per confrontarsi e dare voce a ciò che sentivano.
In quei giorni pieni di entusiasmo abbiamo creato un “crediamo che”.

Lo abbiamo poi diffuso, pubblicato sul blog, stampato e appeso ai muri del nido e della materna.

È materia di lavoro in uno degli incontri fondanti del corso di formazione che teniamo per educatori, baby sitter e genitori e ogni inizio anno lo rileggiamo chiedendoci se ci sia qualcosa da cambiare.

Lo sentiamo sempre forte e veritiero e su queste parole e immagini abbiamo coniato la frase che è la nostra Vision e che rileggiamo nei momenti di dubbi e cambiamenti.

A inizio anno presentiamo e discutiamo con i genitori il nostro “crediamo che” e chiediamo loro di firmarlo insieme come reciproco impegno, come patto educativo.

Non sono solo parole scritte per fare colpo, ma valori in cui crediamo seriamente e con grande impegno ogni anno, per ogni viaggio insieme, cerchiamo di sostenere e portare avanti.

Le prime parole che abbiamo scelto di scrivere sono:

– crediamo che ogni bambino sia una meravigliosa creatura venuta ad arricchire il mondo in un modo del tutto personale;

– crediamo che ogni genitore conosca profondamente il proprio figlio e sia un riferimento insostituibile e preziosissimo per lui e per noi;

– crediamo nella libertà di esprimerci e di lasciare esprimere grandi e piccoli nel loro modo personalissimo e geniale, mettendo in atto il rispetto e l’ascolto;

Ci troviamo ora in un periodo di grandi dibattiti, di cerchi di confronto ed anche di nuove prospettive.

Non ultime le scelte mediche, le idee di cura e le vaccinazioni che hanno riempito le pagine dei social e ultimamente anche le piazze. Ci siamo informate e ne abbiamo parlato a lungo tra noi.

Accanto a queste ci sono nuove proposte anche in campo educativo, leggiamo di prospettive di Homeschooling, scuole Libertarie o nel bosco, partecipiamo a incontri su questi temi con grande interesse, escono documentari che aprono a orizzonti più vasti, a novità da integrare o spesso semplicemente ci riportano alla natura e all’ascolto.

Siamo molto grate di questo fermento perché rende il nostro lavoro unico, ricco e stimolante, cerchiamo di integrare ogni volta qualcosa di più per rimanere aperti e attenti.

Noi siamo una struttura autorizzata, non convenzionata per scelta, e come tale abbiamo delle regole cui attenerci e lo faremo nei termini richiesti.

Detto questo volevamo far sentire la nostra voce per ricordare ciò in cui crediamo fermamente:

che ogni essere umano, ogni persona grande o piccola che sia, ha il diritto ad esprimersi, a essere ascoltata con attenzione e senza pregiudizi, così come ha il diritto di esprimere una scelta e un parere. Lo facciamo ogni giorno ascoltando i nostri bimbi, facendo attenzione perché abbiano tutte le informazioni per capire e per scegliere laddove è possibile in base alla loro età e comprensione.

Allo stesso modo crediamo che ogni adulto abbia il diritto, tutelato dalla Costituzione italiana e dalla Carta dei Diritti Umani, di esprimere le proprie idee, alla libertà di cura e di scelta scolastica così come deve avere la possibilità di ricevere tutte le informazioni necessarie perché sia una vera scelta.

Ogni genitore è per noi l’unico e preziosissimo adulto di riferimento per quel bimbo e sappiamo che ogni scelta implica riflessione, cura, rispetto, paure e dubbi ma soprattutto infinito Amore.

Vorremmo veder garantita la stessa libertà, la stessa fiducia e lo stesso rispetto per ogni genitore senza differenze per le sue scelte personali e costituzionalmente legittime, senza che alcune famiglie possano frequentare il nido o la scuola mentre altre si trovino costrette a prendere strade differenti per sostenere ciò in cui credono.

Non vorremmo conoscere tempi bui in cui la paura separa le persone, le informazioni vengono usate per manipolare, dividere e togliere potere sostenendo alternativamente una o l’altra fazione, dove parlare per alzare dubbi diventa rivoluzionario…

Non ci schieriamo pro o contro nulla, ma siamo PER la libertà per ogni essere umano.

Un tempo qualcuno disse: “la Verità vi renderà liberi”.

Dada Pamela con le dade dell’Atelier dei Piccoli: Irene, Ilaria, Roberta, Sonia, Giulia, Elena, Francesca, Titti, Marta, Tatiana, Tiziana, Chiara, Thea, Sara.

Leave a Comment