Pages Navigation Menu

La prima cosa per educare un bambino è educare se stessi

Taralli e allegria: con noi mamma Paola

Taralli e allegria: con noi mamma Paola

Care Dade,

finalmente riesco a scrivervi!

Ho pensato tanto a cosa potervi raccontare della giornata trascorsa con i bimbi e voi, sicuramente una parola sintetizza al meglio la mia sensazione: ALLEGRIA!

Mi son divertita davvero tanto. Vedere i bimbi cosi attenti e impegnati a impastare, ad assaggiare la farina, i semi di finocchio, addirittura il sale...creare il loro vulcano di farina e aspettare la loro miscela di olio e vino che riempisse il cratere per poi velocissimi mischiare il tutto e realizzare la pallina di pasta!

E poi che ridere il VINO! Solo nominarlo faceva ridere e ancora adesso ricordando le risate dei bimbi continuo a ridere!

Piccoli fornai bravissimi coi loro grembiulini! Non immaginavo, ma addirittura si preoccupavano della consistenza del loro impasto: è troppo duro? è morbido? va bene cosi? e avuta l’approvazione, tutti a preparare il loro serpentello da arrotolare per creare i più buoni taralli mai mangiati prima.

Qualcuno non ha resistito alla tentazione: ha mangiato l’impasto crudo, e gli è piaciuto! Figuriamoci cotto!

E’ stata davvero una giornata speciale, forse più per me che per loro. Mi è dispiaciuto solo che non hanno potuto sentite il profumo dei loro tarallini appena sfornati.

Ad ogni modo, visto che me l’hanno chiesto in tanti genitori, vi riporto la ricetta:

500gr. di Farina 0

200 ml di vino bianco secco

125 ml di olio extravergine di oliva

1 cucchiaino abbondante di sale fine

Una manciata di semi di finocchio.

Impastare, creare i tarallini, farli bollire in acqua calda non salata, quando vengono a galla vuol dire che sono cotti!

Raccoglierli con la schiumarola e lasciarli asciugare per una notte su un canovaccio.

Il giorno dopo, ben asciutti, metterli in forno a 200 gradi per 10 min. o fino a quando non hanno raggiunto la doratura voluta.

Aggiungete tanto amore e allegria e BUON DIVERTIMENTO!

Un abbraccio, e a presto, magari con una nuova ricetta!

 

E’ venerdì mattina, tutti i bimbi sono arrivati e dopo aver fatto merenda e chiuso il nostro buffet siamo pronti per ritrovarci in cerchio per cantare, per parlare e per.. accogliere Paola!

Puntualissima arriva e trova posto vicino al suo bimbo. Si, Paola è una mamma ed è venuta questa mattina per raccontarci di una ricetta speciale… quella dei taralli!

E’ stato molto emozionante e divertente trascorrere questa mattina assieme. Tutti curiosi e attenti a non perdere un passaggio! La cosa che più ci ha sorpreso è stata proprio il finale… i taralli una volta creati vanno fatti bollire e poi fatti riposare una notte intera per essere cotti in forno il giorno dopo!!!

Doppio grazie quindi per aver lavorato anche nel weekend e averci riportato tutto il lunedì mattina!

Davvero buonissimi!

Grazie Paola per esserti messa in gioco e per aver trascorso con noi la mattina prima di scappare a lavoro!

 

Dada Roberta

Leave a Comment