Amici al di là dei monti

By |2018-09-25T20:08:45+00:00maggio 20th, 2018|DIARIO DI BORDO, GITE, NIDO E MATERNA INSEME|0 Comments

Dicembre scorso, due nostri cari amici, Martino e Giampaolo, si sono trasferiti a Bolzano. Li abbiamo salutati, insieme alla famiglia, tra lacrime, baci e abbracci, ma anche sorrisi e un augurio di buona fortuna.

Ovviamente dopo questo “arrivederci” detto un po’ a malincuore, ci siamo sentiti un po’ tristi e spesso ci sembrava normale parlare di Martino e Giampaolo come se fossero ancora a scuola con noi. Ma poi i bimbi si chiedevano: “ Chissà cosa faranno nella nuova scuola? Come staranno? Giampi giocherà ancora con le Lamborghini?”…

Per rispondere a queste domande, abbiamo pensato di scrivere una lettera direttamente a Martino e Giampaolo, per condividere ciò che accadeva a scuola, le curiosità su Bolzano, sulla nuova classe e i nuovi compagni dei nostri due amici. Qualche semplice parola e qualche disegno per sentirsi più vicini,  per elaborare un distacco, per comunicare le emozioni, mettendole in riga su una pagina bianca.

Scrivere una lettera, ci fa tornare indietro a ricordi più di noi grandi, superati oggi dalle frasi abbreviate e dalle faccine che esprimono simpaticamente le nostre emozioni.

Scrivere delle parole, che rimangono su un foglio, nero su bianco, e non si perdono nei meandri della cronologia, permette di dilatare i tempi, di fermarsi a riflettere e di pensare empaticamente ai destinatari.

Ci siamo fermati un pomeriggio intorno a un tavolo, abbiamo ricordato i momenti passati e abbiamo iniziato a scrivere, a disegnare, a ridere insieme.

Questo è quello che abbiamo voluto fare con i bimbi: riprendere un’usanza ormai sorpassata, che però sarà sempre di moda, per creare un ponte di sentimenti che continueranno a vivere con chi l’ha scritta e con chi l’ha ricevuta.

A questa missiva hanno partecipato anche i bimbi del nido,  che hanno pensato di disegnare una ranocchia, il simbolino di Martino, e di colorarla a piacere.

In un cerchio di dade e bimbi abbiamo condiviso la lettera e ci siamo preparati per spedirla a Bolzano.

Una mattina, con i bimbi grandi della materna, siamo partiti per la Posta di via Beroaldo, che camminata!

 

Qui abbiamo incontrato un signore simpatico, che ci ha accolto al suo sportello, ci ha spiegato il viaggio che compie la lettera e ha fatto i conti del francobollo insieme ai bimbi.

La lettera è partita, tra lo stupore e l’attesa dei bimbi, farà un lungo viaggio dalla posta di via Beroaldo, attraverso un treno o un camion, per arrivare a Bolzano, dove il postino con la sua moto la porterà nella buchetta della scuola dell’infanzia di Martino e Giampaolo, proprio là al di là dei monti.

 

La lettera è arrivata!! e ci hanno fatto sapere che parteciperanno alla feste di fine anno in piscina.

Vi aspettiamo a braccia aperte!!

Tutte le Dade e tutti i Bimbi dell’Atelier dei Piccoli

Leave A Comment