Pages Navigation Menu

La prima cosa per educare un bambino è educare se stessi

La nostra vision

La nostra vision

LA NOSTRA VISION:

Ci impegniamo a sostenere uno STILE EDUCATIVO
che permette ad ogni persona di esprimere
CIO’ CHE E’ RICONOSCENDONE IL VALORE

Le Dade

Noi che creiamo l’Atelier dei Piccoli

CREDIAMO CHE…

ogni bambino sia una meravigliosa creatura venuta ad arricchire il mondo in un modo del tutto personale;

 

 

natale6Crediamo che ogni genitore conosca profondamente il proprio figlio e sia un riferimento insostituibile e preziosissimo per lui e per noi;

Crediamo che per il bambino il mondo sia una favola abitata da un Re e una Regina, con cavalieri e consiglieri, con draghi e fate…e che questo sia molto salutare per crescere sicuro, protetto e libero;

 

 

6primaCrediamo che per quanto possiamo crescere come persone e educatori, un albero sarà sempre un maestro migliore nell’insegnare la vita, un cane sarà sempre più capace nel trasmettere la disponibilità e la tolleranza e un giardino sarà sempre il luogo più versatile dove fare laboratori;

 

 

 

abbraccioCrediamo nella libertà di esprimerci e di lasciare esprimere grandi e piccoli nel loro modo personalissimo e geniale, mettendo in atto il rispetto e l’ascolto;

 

Crediamo che prima di dire un NO bisogna averci pensato molte volte, avere ben chiaro il perchè e i limiti che derivano da questa scelta, e poi rimanere coerenti;

 

crediamo_06Crediamo che ogni persona abbia una storia da raccontare e che ascoltarla con attenzione sia una grande opportunità;

 

Crediamo che educare sia avere spesso dei dubbi, rimanere senza parole davanti ad un bambino ed essere pronti a ricominciare tutto da capo ogni volta che serve;

 

pet20Crediamo che nel dubbio bisogna fermarsi a osservare: i bimbi ci indicano cosa è meglio per loro, l’importante è non chiederglielo ma prenderci la responsabilità di adulti per decidere in base ai loro messaggi;

 

 

fuori_02Crediamo che crescere debba essere un cammino pieno di stupore, di esperimenti, di tempo per pensare, di silenzi, di compagnia, di racconti, di abbracci, di canti, di risate, tra amici, di poche ma fondamentali regole che rendono sicuro ogni passo…e che nessuno conosca il cammino di un altro, fin dall’inizio della strada;

 

crediamo_11

Crediamo che attraverso il corpo, la danza, l’acqua…si sviluppi la fiducia, ci si avvicini all’altro, si impari a riconoscere le emozioni, si riesca a gestire le frustrazioni e i fallimenti, e si possa comunicare in un modo più profondo;

Crediamo che questa società sia già sufficientemente artefatta e strutturata per cui noi ricerchiamo la naturalezza, la semplicità, il ritmo del respiro e della marea, gli odori e i colori della frutta e delle foglie, il contatto con il legno e i tessuti, l’esuberanza del sole e della pioggia;

 

Tradotto in parole da Pamela, responsabile Atelier dei Piccoli, e sostenuto  dalle pedagogiste che in questi anni hanno dato energia al progetto Caterina Bonori e Irene Visani, e portto avanti ogni giorno dalle educatrici  che hanno creato insieme l’Atelier dei Piccoli : Ilaria,  Roberta, Elena,  Giulia, Sonia, Thea, Francesca, Chiara, Titti, Tatiana, Yannika, Alejandro, Lorenza, Sara e Giaime.