Bimbi ditemi un pò…chi è l’autunno?
..è la bimba della dada Sara!
..no è il dado che usa il pennello!

Forse il cambio di stagione, forse le vacanze troppo lunghe… ma noto che tra i bimbi del nido c’è un bel po’ di confusione sull’arrivo dell’autunno!!!

Come si può spiegare cos’è una stagione a bambini così piccoli? Certo non con le parole.. non a loro, che di parole per comunicare ne usano ben poche..per fortuna esistono i colori, gli odori e i frutti che gli alberi e la terra ci regalano.

Per fortuna esiste la magia.. con i suoi folletti, che ci hanno fatto una meravigliosa sorpresa facendoci trovare  all’ingresso dell’asilo alcuni rami ricoperti di bacche, le ghiande e le foglie di tanti colori diversi raccolte nei loro boschi..

Avete visto bimbi che sorpresa ci hanno fatto?
…”siiii guarda dada ci sono anche i folletti li”
“uno ha il cappellino rosso”
“io bianco”
“io tutto blu”
..come si chiamano queste dada?(indicandomi le ghiande)
“sono le campanelline, din din din”

Prendendo spunto dalla loro idea musicale, che non mi dispiace affatto, gli racconto che sono le ghiande e che i folletti le usano per suonare nei boschi, proprio come facciamo noi la mattina quando ci mettiamo in cerchio con la campana!

Che altre sorprese ci hanno portato?

Un cestino pieno di ricci dove, al loro interno, si nascondono timidamente tante castagne.

I bimbi “grandi” sanno che devono toccarli con molta cautela per non farsi male ma i bimbi nuovi, presi dalla curiosità di scoprirne l’interno, si lasciano trasportare dall’entusiasmo e stringono un po’ troppo forte!!…che male, come punge!!

Un bacino pieno di polvere di stelle blu e si è subito pronti per riprendere l’avventura!

Con l’aiuto delle dade e dei loro modi gentili riusciamo anche a vedere di che colore è la castagna nel suo interno!

“è bianca e un po’ giallina”
“non si mangia”
“si deve cuocere”

Le emozioni dell’autunno non sono ancora finite…

Uscendo in giardino il vento ci fa giocare con lui, permettendoci di “attraversare” con tutto il corpo i colori dell’autunno…

Che “biricco” si diverte a farli volare in alto in alto..

Tutti questi giochi ci hanno stancato…e non c’è niente di più bello per riposarsi che sdraiarsi e guardare le nuvole passare.

..grazie Autunno, bentornato!

Lorenza