Stamattina siete entrati al Nido e il naso di grandi e piccoli si è girato all’insù…

Cosa è successo? Dal nulla sono comparse parole nere e GRANDI!

Mani attente hanno scritto sui MURI, e le frasi si srotolano come tante onde dolci e inarrestabili, circondano immagini, scivolano tra le pareti e da stanza a stanza.

7

2

3

Non sono solo i piccoli a rimanere stupiti: è proprio una rivoluzione!

Il carboncino nero ha inciso i NOSTRI muri e parole come “ Sosteniamo il diritto alla libertà di arrabbiarsi, di emozionarsi, di essere se stessi”…” il diritto alle sfumature, al dialogo, al silenzio”… hanno presso vita e ci hanno preso per mano.

9

4

8

10

Abbiamo impresso sui muri ciò in cui crediamo,  aggiungendo qualche Parola a quelle già così preziose che Gianfranco Zavalloni ci ha voluto lasciare.

E così le parole prendono il volo, si mescolano, si uniscono, si ritrovano in un unico grande cammino.

Ci siamo seduti insieme ai bimbi e ne abbiamo parlato.

“Avete visto bimbi! Siamo state noi, avevamo cose importanti da dire.

E voi? Ne avete? Si? Ottimo!”

Un grandissimo foglio bianco per coprire tutta una parete, un colore a cera per ciascuno, un po’ di musica per ispirarsi e via alla libertà di esprimersi senza timore.

12

11

Libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione.  Giorgio Gaber