Torniamo a ballare! Torniamo a viaggiare.

Ed eccoci qui, dopo mesi strani e travolgenti, ci ritroviamo a ballare, insieme.

Con il tentativo di ritrovare una dimensione di ricerca, gioco, sperimentazione e contatto. Cercando di offrire ancora un luogo sicuro in cui essere e vivere un po’ di magia e stupore, in questo mondo che rischia di diventare chiuso e grigio.

In che modo possiamo farlo?

Con un libro, prima di tutto, che dia “il calcio di inizio” e che ci accompagni in un’avventura diversa ogni volta, ma ciascuna legata all’altra con un filo conduttore rosso, che è quello del scoprire e scoprirsi, con gli altri.

Partiamo quindi dal “Leone dentro”, troviamo il coraggio e l’umiltà per Iniziare il viaggio; affrontiamo il bosco e la sfacciataggine nel “Gruffalò e la sua piccolina”, per ritrovare sempre un caldo e rassicurante abbraccio; percorriamo le avventure di “Pezzettino”, che trova sé stesso dopo tanti andirivieni e domande.

Ma qui siamo davvero coraggiosi, e quindi proseguiamo e diventiamo Semini, per poter sondare quando “Saremo Alberi”… che alberi diventeremo?

E ancora, esploriamo un altro territorio, quello delle Emozioni, i loro colori, i loro aneliti nel corpo, i loro slanci, cercando di viverle e attraversarle, per poter affrontare, infine,  “Il Buco”, quel buchino nella pancia che, se ci fermiamo ad ascoltarlo, è una porta d’ingresso in un mondo di meraviglie che ci fa sentire a casa ed appartenenti gli uni agli altri.

Ogni incontro danzereccio è vissuto con entusiasmo, trepidazione, dai bimbi, con grande coraggio e una grande voglia di sperimentarsi e donarsi in libertà.

C’è sempre la musica che ci accompagna, ci sono i nostri tessuti, ci sono le dade che ci aiutano in caso di bisogno e c’è un gruppo, di bimbi e dade, che sente, si muove, vive e accoglie quello che c’è.

Uno splendido e colorato viaggio, del quale noi dade siamo onorate di farne parte.

Grazie,

Dada Francesca