Vivendo in una realtà come quella della polisportiva il movimento fa parte anche dell’atelier dei piccoli.

Come ogni anno il mercoledì i bimbi della materna si preparano, zaino in spalla, per vivere le meravigliose avventure che la piscina e il mondo acquatico ci regala.

Aimè quest’anno abbiamo dovuto interrompere, ma non per questo ci siamo lasciate fermare dagli ostacoli, anzi abbiamo deciso di mettere in campo tutte le esperienze che io (dada Paola) e dada Titty abbiamo nel nostro bagaglio conoscitivo per “immergerci” in un laboratorio motorio.

Così ogni mercoledì ogni gruppo di bimbi, piccoli-medi-grandi, in base a esigenze e bisogni diversi ci divertiamo in giochi motori.

Riportiamo la proposta motoria alla scoperta e conoscenza del proprio corpo, del corpo dell’altro, nello spazio e nel tempo, modulato in base alle competenze che i bimbi stessi hanno acquisito nel tempo.

Con i più piccoli, i bimbi del primo anno, scopriamo da quali parti il corpo è formato e come queste, tutte insieme, ci aiutano a compiere dei movimenti, come saltare, strisciare e rotolare. Spesso con una polverina magica ci trasformiamo in animaletti….animaletti che camminano su quattro zampe, che saltano come rane o canguri o che strisciano come serpentelli. Per i più piccoli la scoperta del corpo è anche in relazione al compagno e allo spazio in cui ci troviamo.

Per i bimbi del secondo anno, abbiamo pensato di dedicarci a loro con giochi ben precisi di maggiore collaborazione di gruppo e di sviluppo di una sempre maggiore attenzione da portare all’attività proposta. Provare a muovere il proprio corpo grazie al ritmo, canzoni, modulandolo così a stimoli esterni di varia natura (uditivi o visivi), provare a muovere il corpo nello spazio e nel tempo raggiungendo un obiettivo ben definito.

Con i bimbi grandi, dell’ultimo anno, dove le competenze motorie sono diverse e più mature, in quanto la percezione del proprio corpo nello spazio è raggiunta, mettiamo in campo giochi più strutturati, dove ci sono regole e obiettivi da raggiungere per poter raggiungere la …. vittoriaaa!

Alla materna non ci facciamo mancare nulla, se riusciamo anche a fare un laboratorio motorio in giardino, ci buttiamo con entusiasmo anche tutti insieme, giocando al gioco del semaforo, all’uccellino nella gabbietta, al pesciolino nella rete, grandi-medi-piccoli…

Il divertimento è assicurato e scopriamo la bellezza di essere per alcuni momenti un grande gruppo, unico e unito con tutte le sfumature e le diversità che ci sono da bimbo a bimbo e tra le varie età. Questo è un momento sempre di grande interesse per i grandoni dell’ultimo anno, che affermano con dolcezza e con cura, i passi che hanno fatto e conquistato negli anni che li separano dai più piccini.

Un abbraccio

Dada Paola e Dada Titty